Categorie
Coronovirus Covid-19 Fantascienza Giovanni Schiavone Henry Bergson Kali Yuga New Normal Pandemia Racconti Science Fiction Torino

Cronache dal New Normal #001

  Ciò che sta succedendo mentre ci si indigna per il programma televisivo in cui hanno spiegato alle donne come essere sexy quando si fa la spesa o ci si intristisce per la morte di Diego Armando Maradona:

  – Continua la riprogrammazione neurolinguistica operata senza sosta attraverso l’utilizzo sapientissimo del mostro mediatico, atta a sovvertire drasticamente l’apparato cognitivo dell’essere umano e a farne scaturire una macchina sempre più controllabile e priva di connessioni con i corpi sottili (anima).

  – Continua la campagna di demonizzazione/devirilizzazione del maschio e, per estensione, si degrada l’idea del principio maschile, con conseguente sterilizzazione collettiva (non organica ma egualmente efficace).

  – Continua la campagna di affermazione di un femminino rovesciato che, mascherata da emancipazione, determina in verità una più stringente necessità di performance per raggiungere le quali è spesse volte richiesta l’abiura della maternità, con conseguente sterilizzazione collettiva (vedi sopra).

  – Continua il pressing mediatico sull’esigenza di operare interventi sanitari di massa, pena la morte civica, in virtù d’un’emergenza i cui punti oscuri sono numerosi quanto le stelle in questa galassia (e pure in quella adiacente). Si vedano per esempio le ultime esternazioni sul vaccino di quell’attore famoso e di altri simili testimonial.

  – Continua il lavorio serrato delle forze istituzionali preposte, finalizzato a estendere un reddito universale che, presentato come medicina per curare i mali prodotti dal capitalismo, andrà in realtà a consolidare un livellamento verso il basso tipico delle società feudali e a favorire un nuovo vassallaggio (si veda la Grande Corporation per antonomasia e i suoi programmi di affiliazione con cui molti fanno soldi per integrare il reddito).

  – Continua la censura dell’Arte attraverso il successo di artisti e scrittori e musicisti privi di una vera portata storica, e l’oscuramento di quelli che potrebbero per davvero gettare luce nella materia (o portare la materia alla luce) e collaborare alla costruzione d’un’umanità spiritualmente evoluta. Da notare che ciò non passa esclusivamente attraverso le scelte dei grandi poli dell’Industria Culturale, allineati per definizione al Potere, ma anche da molti piccoli indipendenti che non possiedono più la capacità di discernere (che è ciò che preannuncia lo Spirito. Senza, si è involucri vuoti).

  – Continua la procedura di Americanizzazione/Globalizzazione del mondo cosiddetto libero, mediante la diffusione, del tutto ingiustificata, di festività e modalità esistenziali tipiche della nazione con meno Storia fra quelle dell’Orbe. Si noti, per esempio, l’enfasi con cui viene menzionata, da più canali negli ultimi giorni, la Festa del Ringraziamento (esistono programmi televisivi che spiegano alle nonne delle province italiane come preparare il famigerato Tacchino a stelle e strisce). La qual cosa ovviamente contribuisce alla creazione d’un’unica grande nazione mondiale, più facilmente gestibile e manipolabile.

  – Continua la corsa allo Spazio. Occorre, secondo alcuni, che l’umanità attecchisca altrove dal proprio pianeta madre.

Torino, 26 novembre 2020.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...